Blog

Stress Ossidativo: nuove frontiere

Stress Ossidativo: nuove frontiere

Stress Ossidativo: Nuove Frontiere

Stress Ossidativo: nuove frontiere

Lo Stress Ossidativo che origina dallo sbilanciamento metabolico tra produzione e neutralizzazione delle specie reattive dell’ossigeno (ROS) e dell’azoto (RNS), può essere causa od effetto di numerosi processi patogenetici per effetto delle alterazioni che si producono nei tessuti, nelle cellule e nelle macromolecole biologiche quandoqueste sono esposte ad un eccesso di agenti ossidanti, sia endogeni che esogeni.

Tra le numerose patologie oggetto di studio, oltre che aquelle legate all’invecchiamento, al diabete, alle malattie  cardiorespiratorie, infettive, oncologiche, renali, ocularie dermatologiche, è data particolare attenzione in questa sede, alle patologie neurodegenerative, in quanto il sistema nervoso centrale è particolarmente vulnerabile ai processi ossidativi.

Anche se è poco probabile che lo Stress Ossidativo rappresenti l’evento primario del processo patologico, è accertato che nel corso delle malattie si verificano processi ossidativi che partecipano in modo sostanziale alla progressione del danno neuronale. Perciò, se è fuorviante pensare allo Stress Ossidativo come l’origine di tutti i processi patologici nei quali esso si manifesta, è certo sensato considerarlo come uno degli anelli importanti della catena patogenetica.

Controllare i livelli di Stress Ossidativo, anche quando questo non sia la causa iniziante della malattia, può consentire di interrompere la catena e limitare la progressione del danno.

Dopo un attento studio dei vari marcatori di stress ossidativo proposti dalla più recente letteratura, il laboratorio della Casa di Cura Privata Villa Margherita, ha elaborato un pannello di test in grado di descrivere efficacemente il quadro REDOX del paziente. Un ulteriore pannello è stato studiato allo scopo di approfondire i casi di stress ossidativo conclamato: esso è costituito da esami particolarmente utili per l’individuazione degli stati carenziali con lo scopo di coadiuvare il clinico nella correzione degli stili di vita del paziente e nella pianificazione di eventuali interventi terapeutici o più semplicemente nutraceutici.

Leave a comment